25 aprile 2017: Deposizione delle corone in zona 1

25 aprile 2017: Deposizione delle corone in zona 1

AnpiZ125aprile2017

La sezione ANPI “Giovanni Pesce e Nori Brambilla – Zona1 Milano” invita la cittadinanza tutta a partecipare alla manifestazione per la deposizione delle corone ai caduti della Resistenza, della Guerra di Liberazione, antifascisti, vittime della deportazione nazifascista e vittime della violenza fascista presenti in Zona 1.
Martedì 25 aprile 2017

con il seguente programma:

Ore 9 in Corso Garibaldi 75 deposizione della prima corona nel cortile di Corso Garibaldi 75 in ricordo di COSTANTE SIGNORELLI.

Si proseguira’ con le seguenti tappe:

Via Palermo 18, LUIGI RIVA – Via Anfiteatro 7, GIOVANNI FERRARIO – Via Volta 15, GIOVANNI RE – Piazza Principessa Clotilde, LORENZI EGIDIO – Via Monte Santo , ARTURO CAPETTINI – Via Marcora 12, GUIDO TILCHE – Via Moscova 29, FERDINANDO DE CAPITANI – Via Ancona 2, CARLO ROSSELLI – Via Fiori Chiari 26, AGOSTINO BARATTE’ – Via Rovello 6, MARTIRI ANTIFASCISTI – Via del Bollo 8, PARTIGIANI ANTIFASCISTI

Vittime del neofascismo e nelle manifestazioni del movimento degli studenti e dei lavoratori:

Piazza Santo Stefano, VARALLI E ZIBECCHI – Via Bergamini, SAVERIO SALTARELLI – Piazza Fontana, GIUSEPPE PINELLI  – Via Mascagni, ALBERTO BRASILI – Via Turati 4, CLAUDIO VARALLI – Via Mengoni, GIOVANNI ARDIZZONE

Venerdì 7 aprile “Il deserto e la neve” ANPI ATM

17424834_1286028501445483_8910941399713516067_n

Venerdì 7 aprile ore 21.30 – Officina generale ATM, via Teodosio 89

72° Anniversario della Liberazione – Celebrazioni dei Martiri ATM

IL DESERTO E LA NEVE
Una storia vera, un incontro improvviso tra culture differenti. Una piccola comunità italiana viene a contatto con una famiglia araba, la fatica quotidiana della convivenza crea sofferenza e rabbia. Solo il convento rimane un luogo di accoglienza. Un dolore antico cambierà ogni cosa, non c’è differenza tra chi nasce, abbiamo lo stesso cuore. Fra’ Bulio, Adel, Amina, Ginetto e Mariuccia storie di persone semplici e vere.

NARRAZIONE MUSICATA
spettacolo teatrale – atto unico
di e con
Carlo La Manna (narrazione e contrabbasso)
con Daniele Di Bonaventura (bandoneon)
ingegnere del suono: Stefano Melone; produzione: Sonirike Arte20;
distribuzione: Nicola Casalini per Sonoris Causa

INGRESSO LIBERO A FINO ESAURIMENTO DEI 470 POSTI DISPONIBILI

https://www.facebook.com/events/425230551143057/

Domenica 2 ottobre “Il paese brucia” alla Casa delle associazioni di Zona 1

anpi-zona1-2ottobre-14455965_10210757820849576_1469607199_o

Domenica 2 Ottobre, ore 16 Casa della Associazioni via marsala 8 (1° Piano)

ANPI Zona 1 Milano vi invita allo spettacolo:
IL PAESE BRUCIA: DALLA CEVO DEL 44  AL MONDO PRESENTE
La rappresentazione inizia con la storia dell’incendio di CEVO, paese della Valcamonica dove nel 1944 per rappresaglia i fascisti bruciarono le case e uccisero dei partigiani.
Si passa al dopoguerra con il referendum repubblica/monarchia, le prime elezioni e l’assemblea costituente.

Poi continua con la storia italiana che sappiamo, tocca le stragi, il fascismo che riemerge ogni tanto e si arriva al giorno nostri con la guerra alle porte e i migranti.
L’argomento è molto denso ma viene alleggerito da canzoni conosciute e anche da brani inediti dei suonatori. L’alternanza nella recitazione cattura l’attenzione. E’ uno spettacolo semplice ma di effetto.

Durata circa h 1,30

La partigiana Anna Gentili Cazzuoli ci ha lasciato

Ci ha lasciato ieri la partigiana Anna Gentili Cazzuoli. Di famiglia antifascista, viene ricordata per essere salita su uno dei carri armati inviati in piazza Oberdan il 26 luglio 1943, durante il comizio di Pietro Ingrao al termine di una grande manifestazione per la caduta del fascismo.Il suo costituì un segnale preciso. Tutta la folla si riversò sui mezzi blindati che abbandonarono presto la piazza. Dopo l’impresa di piazza Oberdan Anna viene arrestata e tenuta in carcere fino al 13 settembre del ’43. Liberata, con i tedeschi che hanno già occupato Milano, entra subito a far parte dei Gruppi di Difesa della Donna. Nell’aprile del 1944 Anna raggiunge la Valtellina, con l’incarico di collegatrice. Partigiana della 40a Brigata Garibaldi, nel gennaio del 1945 Anna assume la direzione dei Gruppi di Difesa della Donna del III Settore di Milano. Nel dopoguerra sposa Oliviero Cazzuoli (scomparso nel 2006), l’ingegnere che per anni sarà dirigente del Convitto Scuola della Rinascita, nel quale si sono formati tanti partigiani.

La ricorderemo sempre per il suo impegno politico e per la sua passione civile.

Ai familiari, agli amici, ai compagni un affettuoso abbraccio.

Roberto Cenati
Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano

http://www.anpi.it/donne-e-uomini/2106/anna-gentili-cazzuoli

AnnaGentili

ANPInews n.208 – 28 giugno/5 luglio 2016

Su questo numero di ANPInews (in allegato):

APPUNTAMENTI

►“Liberi di Resistere”: dal 29 giugno al 3 luglio l’ANPI di Brescia in festa. Interverrà all’inaugurazione Carlo Smuraglia

ARGOMENTI

Notazioni del Presidente Nazionale ANPI, Carlo Smuraglia:

►Qualche ( amara, ma non rassegnata ) riflessione sulla Brexit e sul futuro

►Il referendum e la comunicazione: un autentico scandalo

Anpinews n 208.pdf

Un incontro felice

Riportiamo sul blog della sezione una notazione del presidente nazionale Smuraglia apparsa su ANPInews n. 207  del 21/28 giugno 2016 perchè parla di noi.

 

Un incontro felice

Sabato sera, dopo una giornata di lavoro, mi sono deciso, dopo cena, a fare due passi con mia moglie, per una boccata d’aria. Una serata tranquilla, mite. Transitando per una piazza (uno dei luoghi tipici di ritrovo dei giovani, a Milano ), ho visto una bandiera dell’ANPI, un banchetto, con alcune persone intorno. Appena mi hanno riconosciuto, mi hanno fatto festosi saluti; io mi sono quasi commosso nel vedere quei compagni, alle 10 di un sabato sera che, mentre il resto della piazza “frescheggiava” tranquillamente, erano impegnati a raccogliere firme per il referendum. Un incontro reciprocamente gioioso, che mi ha rallegrato molto. Ho pensato subito: questa è l’ANPI, sempre pronta, vigile e attenta alla difesa dei valori in cui crede, con compagni disponibili a qualche sacrificio, come molti non usano più, nei tempi squallidi in cui viviamo. Poi la riflessione si è allargata, tornando a casa; ed ho provato, dapprima, un po’ di senso di colpa (stavo passeggiando e loro lavoravano), ma mi sono presto ricordato della settimana appena trascorsa tra Milano, Roma e Napoli e di quella che verrà, tra Milano, Roma e Perugia ed ho pensato che potevo considerarmi “giustificato”. In realtà, con quei giovani (e meno giovani) eravamo fraternamente uniti da un unico desiderio, quello di tenere alta la testa e di …. vincere. Il secondo pensiero era, invece, – dedicato con tristezza – a quelle Ministre che ci hanno paragonato a Casa Pound, una, ed accusati di “strumentalizzare” la Resistenza per condurre la campagna per il NO, l’altra. Davvero uno squallore, a pensarci bene, di fronte a quel gruppetto, motivato e impegnato, che occupava il sabato sera, per un ideale (altro che strumentalizzazione!), ottenendo – oltretutto – un buon successo di firme. Poi la mia tristezza si è estesa anche a quel parlamentare che ha dichiarato che l’ANPI non ha più ragione di esistere, visto che ormai sono rimasti pochi partigiani. Egregio Onorevole, ci saranno, ormai, non molti partigiani (ce ne sono ancora, mi creda), ma con loro ci sono anche gli antifascisti, che continuano e continueranno sulla linea delle nostre tradizioni, con i nostri ideali, con i nostri valori (quelli della Resistenza e della Costituzione), di cui purtroppo molti sembrano essersi dimenticati (o non li hanno mai incontrati?). Comunque, riflessioni e squallore a parte, una gran bell’incontro, di cui sono grato alle compagne e ai compagni della Sezione ANPI Milano zona 1, ai quali rivolgo ancora un caloroso saluto. Un ringraziamento ed altrettanto caloroso saluto ai molti compagni che so essersi impegnati nella stessa serata in vari punti della città, così come in altre parti d’Italia.

Firma Day 11 – 12 Giugno alla Loggia dei Mercanti

striscione_opt

Referendum su riforme costituzionali e Italicum.

Firma Day, 11 e 12 Giugno 2016. Milano. Loggia dei Mercanti.

Firmiamo per dire NO alla riforma della Costituzione e Sì alla modifica della legge elettorale Italicum.

Facciamolo ballando e cantando, tutti insieme, per raccontare il diritto ad un Paese più democratico.

Milano. Loggia dei Mercanti.

Domenica 12 Giugno alle ore 10,30 il complesso Suoni e l’ANPI si esibirà con musiche e canti della Resistenza Italiana ed Europa. Alle ore 11,30 è previsto l’intervento del Presidente Nazionale dell’ANPI Carlo Smuraglia.

Alle ore 16,00 si esibiranno i percussionisti brasiliani di Mitoka Samba.

Si potrà firmare dalle 9,30 alle 19,00 sia Sabato che Domenica.